ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

Sarri: «Siamo tornati sulla terra»

Sarri: «Siamo tornati sulla terra»

«Questa sera è mancato il gioco perché abbiamo sbagliato l'approccio: è la terza partita consecutiva che fatichiamo all'inizio. In campionato siamo riusciti a recuperare, ma in queste competizioni ritrovare il bandolo della matassa è più complicato». Dopo essersi fumato la solita sigaretta 'post partità Maurizio Sarri dai microfoni di Premium Sport analizza il Ko del suo Napoli contro lo Shakhtar, una sconfitta che, evidentemente,m rende insoddisfatto il tecnico. «Sbagliando gli approcci ci esponiamo a grandi rischi e oggi è andata così - spiega Sarri -: abbiamo reagito più di forza che di testa. A centrocampo abbiamo perso le distanze e gli avversari tra le linee ci hanno creato delle difficoltà: non abbiamo concesso tante palle gol, ma qualche difficoltà ce l'hanno creata».

Ma perché, all'inizio, ha rinunciato a uno come Mertens? «Dries è un giocatore straordinario - risponde il tecnico del Napoli -, e non ne facciamo volentieri a meno. Ma è uno scattista, è un giocatore che ha bisogno di freschezza e non può fare 50 partite in una stagione: va preservato e l'abbiamo fatto questa sera. Uno spezzone l'avrebbe fatto. Ha delle caratteristiche per le quali è difficile rinunciarvi, ma qualche volta va fatto». C'è un calo fisico nel Napoli? «Io non lo vedo - dice Sarri -, sarebbe precoce: il playoff con il Nizza è stato molto dispendioso dal punto di vista mentale e forse averlo superato ci ha causato un filo di appagamento, momentaneo, che ora stiamo pagando. Dobbiamo capirlo, superarlo e non scordarci che abbiamo perso 2-1 in casa della testa di serie del girone. Hamsik? Io penso che Marek attraversa un momento nel quale non è brillantissimo, stasera l'ho visto anche meglio rispetto alle partite precedenti. Quando ad un giocatore chiedi tantissimo ogni tanto paghi qualcosa». «A quelli che avevano tutte queste aspettative - conclude - rispondo che siamo tornati sulla terra: io sapevo che sarebbe stato difficile su questo campo»


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Dal Milan alla Cina fino all'Italia fuori dal mondiale: ecco lo sport del 2017
Video

Dal Milan alla Cina fino all'Italia fuori dal mondiale: ecco lo sport del 2017

  • Vincenzo Montella è il nuovo allenatore del Siviglia

    Vincenzo Montella è il nuovo...

  • Motociclismo, muore Hegarty dopo aver perso il casco, tragico incidente a Macao

    Motociclismo, muore Hegarty dopo aver perso...

  • Mondiale, verso Svezia-Italia. Ventura: “Ho estrema fiducia”

    Mondiale, verso Svezia-Italia. Ventura:...

  • I superpoteri della giocatrice di volley: il più grande salvataggio nella storia che ha fatto impazzire gli Usa

    I superpoteri della giocatrice di volley: il...

  • Champions, il Napoli si arrende al Manchester City

    Champions, il Napoli si arrende al...

  • Sipario sul trofeo Coni Kinder a Senigallia, un trionfo dello sport. La vittoria finale è andata alla Lombardia

    Sipario sul trofeo Coni Kinder a Senigallia,...

  • Schick alla Roma, Ferrero: sono contento, ci ho messo il cuore per farlo venire in Italia

    Schick alla Roma, Ferrero: sono contento, ci...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

NEWS