ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

Una sfida dalle emozioni infinite
La Lube cade, in finale va Perugia

I tifosi della Lube

ROMA - La Lube è scesa in campo alle 19,30 al PalaLottomatica di fronte a circa 10.000 spettatori, di cui i oltre mille arrivati dalle Marche, per disputare la semifinale della Champions League, la competizione più importante d'Europa. In palio c'è l'acceso alla finalisima di domani pomeriggio, eventualmente da giocare contro i russi dello Zenit Kazan, che nel pomeriggio hanno nettamente battuto (3-0) i tedeschi del Recycling Berlino.


Una sfida incredibile con emozioni, tensione, duelli e tanti colpi di scena. Alla fine vince Perugia, mastica amaro la Lube che era partita in sordina con gli umbri a vincere il primo set (25-19). Botte e risposte, il secondo set vedeva invece in campo una Lube più sciolta decisa: 1-1 25-22 il parziale). Orizzonti che cambiano, musica ancora diversa e la Sir che torna a farsi sentire nel terzo set per il 2-1 umbro (25-19). Ma i ragazzi di Blengini vogliono vincere, vogliono la finale: si vede nel quarto set con Civitanova che si impone (25-21 il parziale) e sfida quindi che va al tie-break (15-9). Ma Perugia ha le idee più chiare, gestisce meglio i palloni più importanti e vince. Perugia gioisce, mastica amaro la Lube.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 29 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 30-04-2017 20:54

NEWS