ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

Russia 2018, gioia Deschamps: «Abbiamo meritato la semifinale»

La gioia di Deschamps: «Abbiamo meritato la semifinale»

La felicità da una parte, l'orgoglio dall'altra. Francia-Uruguay, che ha promosso i Bleus alla semifinale mondiale, è anche questa. Se i francesi parlano di «vittoria meritata», il capitano della Celeste, Diego Godin, non si rimprovera nulla: «Usciamo a testa alta». Ovviamente strafelice il ct francese: «Avevamo già fatto qualcosa di grande contro l'Argentina - le parole di Deschamps - e oggi abbiamo fatto ancora meglio. Ci manca ancora un pò di esperienza, ma quello che conta è che siamo in semifinale e sono orgoglioso dei miei ragazzi» E adesso meglio il Brasile o il Belgio? «Non ho preferenze - risponde il tecnico - L'importante è non avere infortunati o squalificati che è la cosa più importante e poi riavremo Matuidi» (oggi squalificato, ndr). «Sapevamo che sarebbe stato un match poco tecnico e molto fisico e aggressivo, ma abbiamo dimostrato di essere una grande squadra», le parole di Paul Pogba che ha chiuso con un ottimistico «Speriamo di poter sorprendere ancora». Se Godin rende merito alla Francia («una grande squadra, giovane e che gioca bene, per noi è stato difficile oggi trovare il nostro calcio») e da buon capitano assolve Muslera («Tutti noi commettiamo errori, altre volte Fernando ci ha salvato partite incredibili, non dobbiamo rimproverargli nulla»), il tecnico della Celeste, Oscar Washington Tabarez, invita a guardare avanti: «Siamo tristi e dispiaciuti ma non bisogna drammatizzare, anche considerando che molti Paesi dell'elite calcistica hanno lasciato il torneo molto prima - ha detto in conferenza stampa Tabarez, da oggi il ct più 'anzianò su una panchina in un quarto di finale mondiale - Il nostro sogno è finito ma adesso cercheremo di realizzarne di nuovi. Solo quelli che non fanno nulla, non commettono errori, ho detto a tutti i miei giocatori dopo la partita di essere molto orgogliosi, di andare a testa alta, io non ho nulla da rimproverare loro, nè a Muslera, che è uno dei pilastri di questa squadra ed è stato importante per per noi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Fenati si scusa: «Gesto inqualificabile, non sono stato un uomo»
Video

Fenati si scusa: «Gesto inqualificabile, non sono stato un uomo»

  • Serena Williams, furiosa con l'arbitro, perde la finale e la testa: «Ladro!»

    Serena Williams, furiosa con l'arbitro,...

  • Nazionale, lo scherzo a Balotelli di Insigne

    Nazionale, lo scherzo a Balotelli di Insigne

  • Ramos provoca Salah durante i sorteggi di Champions: la scena diventata virale sui social

    Ramos provoca Salah durante i sorteggi di...

  • Cristiano Ronaldo a Milano con la fidanzata

    Cristiano Ronaldo a Milano con la fidanzata

  • Chelsea, la mamma di Jorginho si commuove vedendo la maglietta del figlio che l'abbraccia

    Chelsea, la mamma di Jorginho si commuove...

  • Higuain: "Al Chelsea mi voleva solo Sarri, al Milan tutti"

    Higuain: "Al Chelsea mi voleva solo...

  • Niki Lauda tra la vita e la morte

    Niki Lauda tra la vita e la morte

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

NEWS