ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

GP di Cina, vince Ricciardo davanti a Bottas.
La Ferrari di Raikkonen sul podio

Sebastian Vettel con la sua FErrari a Shanghai

SHANGHAI - Niente tris. Questa volta le circostanze non aiutano la Ferrari che nelle prove e nella prima parte della gara aveva dimostrato di avere la migliore macchina attuale. La safety car entrata in pista a circa metà gara favorisce la Red Bull che approfitta per fare la seconda sosta come prevedeva la sua strategia. Entrambe le Red Bull hanno montato le soft e si sono ritrovate con pneumatici più morbidi e più nuovi rispetto ai rivali della Ferrari e della Mercedes.

A quel punto le monoposto disegnate da Adrian Newey hanno avuto un ritmo indiavolato superando con relativa facilità tutti i rivali. La squadra austriaca avrebbe potuto fare facilmente doppietta se Max Verstappen per troppa irruenza non avesse sbagliato alcuni sorpassi in uno dei quali ha rovinato la corsa di Sebastian che era in terza posizione e che, con la vettura danneggiata, ha chiuso solo ottavo. L’olandese ha chiuso quarto sotto la bandiera a scacchi, ma ha perso una posizione nei confronti di Hamilton per la penalizzazione di dieci secondi ricevuta per la toccata alla Ferrari.

Max nel finale poteva chiudere secondo in pista, ma visto la penalizzazione ha evitato di attaccare Bottas e Raikkonen che lottavano per il secondo posto. La Ferrari, in realtà la corsa l’aveva probabilmente già persa perché Sebastian era stato scavalcato dalla Mercedes di Bottas durante il cambio gomme. La Mercedes ha tentato l’undercut visto che in pista con il monoposto dal ritmo simile è molto difficle superare.

L’operazione è perfettamente riuscita per tre motivi. I meccanci della Mercedes sono stati rapidissimi, quelli della Ferrari no. Valtteri, inoltre, in quel giro decisivo con gomme nuove ha fatto un giro da qualifica. Benino Raikkonen sul podio anche se in alcune fasi della gara non ha graffiato tenendo un ritmo meno intenso di quello del compagno di squadra.

CRONACA DELLA GARA

TRAGUARDO _ Vince Ricciardo con la Red Bull davanti alla Mercedes di Bottas e alla Ferrari di Karikkonen. Quarto Hamilton, Vettel nel finale resiste all'assalto della Renault di Hulkenberg e conserva l'ottavo posto.

54° giro - Alonso raggiunge Vettel e lo scavalca per la settima posizione.

50° giro - La Ferrari di Vettel e visibilmente danneggiata, Sebastian non riesce a recuperare sulla Renault di Hulkenberg e viene avvicinato dalla McLaren di Alonso. Il tedesco è staccato di oltre dieci secondi daa Verstappen quindi non può speare di recuperare una posizione con la penalizzazione dell'olandese cosa che spera invece Hamilton.

48° giro - Raikkonen con le gomme più fresche (le ha cambiate dopo) recupera su Bottas e cerca di insidiarlo per il secondo posto.

46° L'olandese scavalca Hamilton e si prende la quarta posizione, ma ha la penalità da scontare.

45° giro - Verstappen viene penalizzato di dieci secondi che sconterà a fine gara per ilcontatto con Vettel.

44° giro - Con un gran sorpasso l'australiano infila anche Bottas e va in testa alla gara.

43° giro - Versttappen cerca di passare Sebastian, i due si toccano e Sebastian e il tedesco della Ferrari scende in settima posizione. Raikkonen supera Hamilton.

42° giro - Ricciardo indiavolato supera anche Vettel e sale al secondo posto.

41° giro - Ricciardo indiavolato supera Hamilton e si prende il terzo posto. Verstappen riprova con Hamilton e questa volta riesce a scavalcarlo.

40° giro - Verstappen attacca Hamilton con le gomme più morbide, l'inglese tiene giù e Max finisce fuori pista perdendo la posizione nei confronti del compagno di squadra Ricciardo.

39° giro - Bottas prende un po' di margine, dietro gli altri sono tutti vicini in lotta fra di loro.

37° giro - Verstappen con le gomme più morbide attacca Raikkone e lo passa.

35° giro - Alla ripartenza i primi mantengono le posizioni, il primo ad effettuare un sorpasso alla ripartenza e il solito Fernando Alonso che con l sua McLaren scavalca la Haas di Grosjean

34° giro - La safety car rientrerà alla fine di questo giro.

33° giro - I doppiati passano la safety car, la gara sta per ripartire, Hamilton è salito al terzo posto, ma ha alle spalle erstappen che ha le gomme più morbide e nuove.

31° giro - Si toccano le due Toro Rosso di Hartley e Gasly, ci sono detriti in pista e il direttore di gara fa entrare la safety car. La Red Bull richiama entrambe le sue vetture e gli monta le più morbide soft gialle.

28° giro - Si ferma anche Raikkonen, monta le medie bianche per arrivare in fondo anche lui.

27° giro - Bottas arriva alle spalle di Riakkonen. Kimi tiene cerca di tenere la posizione ed ostacola un po' il connazionale consentendo al Sebastian di prendergli la scia. Il tedesco tenta subito l'attacco, ma il pilota della Mercedes risponde e si tiene la prima posizione.

25° giro - Raikkonen è l'unico ad non aver effettuato la sosta ai box, sta per essere raggiunto da Bottas e potrebbe far perdere tempo alla Mercedes.

21° giro - Si ferma anche la Ferrari di Sebastian e monta anche lui le bianche, ma Bottas fa un giro da qualifica e scavalca Sebastian prendendosi la seconda posizione alle spalle di Raikkonen che ancora non si è fermato.

20° giro - Si ferma anche l'altra Mercedes di Bottas e riparte con le bianche medie. Vettel resta in pista.

19° giro - Si ferma anche Hamilton riparte con la bianca e risce a rientrare davanti a Ricciardo.

18° giro - Si fermano le due Reb Bull una dietro l'altra.

17° giro - Molto opaco il campione del mondo Lewis Hamilton che non riesce ad avvicinarsi alla Ferrari di Raikkonen, anzi il suo distacco sale oltre i due secondi.

15° giro - Vettel allunga su Bottas e porta il suo vantaggio a tre secondi e mezzo. La Ferrari sembra più veloce sul ritmo di gara con le gialle soft al contrario di quanto si poteva pensare.

13° giro - Le gomme ultrasosft tengono meglio del previsto, Verstappen e Ricciardo non calano il ritmo e Raikkonen con le gomme più dure (le gialle soft) non riesce ad avvicinarsi all'olandese della Red Bull.

11° giro - Iniziano i primi cambi gomme, si fermano nell'ordine la Toro Rosso-Honda di Hartley, la Force India-Mercedes di Ocon e la Renault di Sainz.

5° giro- Posizioni stabilizzate, Sebastian ha preso oltre due secondi di margine sulla Mercedes di Bottas per non dare l'apertura dell'ala mobile al rivale ed evitare il rischio dell'undercut.

1° giro - L'olandesino volante è determinato a sfruttare il vantaggio di pneumatici che avrà nei primi giri ed infila anche la Ferrari di Raikkonen salendo al terzo posto. Hamilton è solo quinto davanti all'altra Red Bull di Ricciardo.

PARTENZA - Scatta bene Vettel che va a chiudere il compagno di squadra Raikkonen disturbandolo. Bottas ne aprofitta e si infila nella prima curva in seconda posizione alle spalle di Sebastian. Parte bene anche Verstappen sfruttando al meglio le gomme ultrasoft che lui monta a differenza delle soft dei primi quattro.

SHANGHAI - Le Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen scattano dalla prima fila nel Gran Premio di Cina e puntano alla terza vittoria dell'anno dopo i trionfi in Australia e in Bahrain del quattro volte campione del mondo tedesco. Le Rosse dovranno sfruttare il vantaggio al via per piegare le Mercedes che nelle prove hanno dimostrato di avere un ottimo passo gara. Partenza alle ore 8.00 italiane.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



L'ultimo, commosso, saluto a Radice. Claudio Sala: «Con te addio agli anni migliori»
Video

L'ultimo, commosso, saluto a Radice. Claudio Sala: «Con te addio agli anni migliori»

  • Rugby, Hame Faiva si fa rasare i capelli dal compagno in chemioterapia

    Rugby, Hame Faiva si fa rasare i capelli dal...

  • MacauGP, l'incidente di Sophia Floersch

    MacauGP, l'incidente di Sophia Floersch

  • Michael Schumacher, parla la moglie Corinna: «Combatte, non mollerà»

    Michael Schumacher, parla la moglie Corinna:...

  • Doping, Magnini: “Evidente ingiustizia”

    Doping, Magnini: “Evidente...

  • Psg, le lacrime di Verratti dopo l'arresto: «Giorni difficili, chiedo scusa a tutti»

    Psg, le lacrime di Verratti dopo...

  • MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

    MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

  • Arbitro scoppia in lacrime alla fine della partita

    Arbitro scoppia in lacrime alla fine della...

Prev
Next

NEWS