ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

L'Italia affonda in Polonia 94-78
Il pass mondiale è rimandato

L'Italia affonda
in Polonia 94-78: il pass
mondiale è rimandato

Serviva una vittoria per andare in Cina, ma l’appuntamento con i Mondiali è rimandato. La Polonia gioca una partita tutta grinta e agonismo contro una brutta Italia. Finisce 94-78 e almeno il +19 dell’andata è salvo e in caso di eventuale parità fa fede proprio la differenza canestri nei due scontri diretti. In questo particolare l'Italia è in vantaggio con tutte le sue avversarie dirette. Lampe, 22 punti e 8 rimbalzi, e Ponitka, 18 punti e 6 rimbalzi, sono una spina nel fianco sotto canestro. Bene anche Sokolowski con 15 punti e Slaughter, 10 punti 11 assist. La Polonia tira con un incredibile 47 per cento da tre contro il 29 dell’Italia, Aradori e Abass con 13 punti a testa, Alessandro Gentile con 10, poi poco altro. Al termine della quarta giornata, ci si porta dietro i risultati della prima fase e le sconfitte valgono un punto, la Lituania resta in testa con 19 punti, 9 vinte e una sola sconfitta, l’Italia resta seconda a 17, con sette vinte e appena tre perse, ma ora la Polonia è subito dietro con 16 punti. A febbraio la nostra nazionale avrà l’ultimo match point, servirà vincere una partita, una sola partita o contro l’Ungheria in casa oppure in Lituania.

LA PARTITA
Fuori la temperatura è abbondantemente sotto lo zero, dentro la Ergo Arena di Danzica invece fa molto caldo. I polacchi, dopo la vittoria abbondante di giovedì scorso, 105-78 contro l’Olanda, vogliono tenere aperta la vicenda qualificazione. L’Italia piange la scomparsa di Gianni Asti, che con Torino ha raggiunto la semifinale scudetto nella stagione 1980/81, perdendo di un punto contro la Billy Milano. In quella squadra c’era Meo Sacchetti, oggi visibilmente emozionato. Si parte con lo stesso quintetto con cui ha affrontato e vinto contro la Lituania tre giorni fa a Brescia, ovvero Luca Vitali, Tonut, Aradori Polonara e Burns. L’avvio è scintillante per Tonut che segna sei dei primi otto punti per l’Italia, ma la Polonia è ancora più brillante in attacco e con un Lampe in grande spolvero prova a scappare: 16-8 al quinto. Gli azzurri non hanno alcuna reazione e il divario si dilata: 20-10, poi 24-14. Il primo quarto si chiude 31-18. Sacchetti (padre) rinuncia ai suoi lunghi, o presunti tali, per giocare con un quintetto molto piccolo, mettendo Ale Gentile come numero quattro e addirittura Sacchetti (figlio) sotto canestro. Filloy e Abass trovano due triple per il meno otto, 41-33, ma si va al riposo lungo sotto 52-41 con la tripla di un Sokolowski scatenato. L’Italia tira appena 4/13 da tre, Aradori è ancora senza punti segnati, Abass è a quota 13.

L’Italia prova a rientrare, 56-47 con Aradori, ma Waczynski e l’ex Biella Slaughter riallungano sul 64-47. Sacchetti chiama sospensione e chiede “di prendersi qualche rischio” Così è: i canestri di Aradori e Biligha e una difesa più intensa danno il meno sei, 65-59 al 28esimo. A dieci dal termine la Polonia è ancora avanti, 73-65 nonostante un gioco da quattro punti, canestro da tre e tiro libero, di un Gentile finalmente ispirato. Azzurri in apnea ad inizio ultimo quarto, non si segna per cinque minuti e la Polonia vola sull’82-65 grazie ai canestri di un ispirato Koszarek. Filloy, nel momento del bisogno segna la tripla dell’84-70 al 37esimo. Lampe fa ancora male da sotto, 92-76, a 90 secondi dal termine e l’Italia ha paura. La partita è segnata, ma la differenza canestri è salva. Finisce 94-78. Ora a febbraio non possiamo più sbagliare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



L'ultimo, commosso, saluto a Radice. Claudio Sala: «Con te addio agli anni migliori»
Video

L'ultimo, commosso, saluto a Radice. Claudio Sala: «Con te addio agli anni migliori»

  • Rugby, Hame Faiva si fa rasare i capelli dal compagno in chemioterapia

    Rugby, Hame Faiva si fa rasare i capelli dal...

  • MacauGP, l'incidente di Sophia Floersch

    MacauGP, l'incidente di Sophia Floersch

  • Michael Schumacher, parla la moglie Corinna: «Combatte, non mollerà»

    Michael Schumacher, parla la moglie Corinna:...

  • Doping, Magnini: “Evidente ingiustizia”

    Doping, Magnini: “Evidente...

  • Psg, le lacrime di Verratti dopo l'arresto: «Giorni difficili, chiedo scusa a tutti»

    Psg, le lacrime di Verratti dopo...

  • MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

    MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

  • Arbitro scoppia in lacrime alla fine della partita

    Arbitro scoppia in lacrime alla fine della...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

NEWS