ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

Sampdoria-Sassuolo, 0-0 Un punto che accontenta tutti

Sampdoria-Sassuolo 0-0 Un punto che accontenta tutti

Un punto per uno tra Sampdoria e Sassuolo. Lo 0-0 finale è lo specchio di una partita con rare emozioni, caratterizzata da importanti occasioni nel primo tempo ma anche da una noiosa ripresa dove entrambe le squadre dimostrano di esser a corto di energie per esprimere un calcio brillante in una serata freddissimaa. La squadra di Giampaolo è ora da sola al quinto posto ma con il rammarico di non aver mantenuto il passo di Inter e Lazio. Il palo colpito nel primo tempo da Berardi tormenterà la notte di De Zerbi ma il pari di Genova rappresenta comunque l’uscita dal tunnel imboccato con le sonore sconfitte contro Milan e Napoli.

 A sorpresa, Giampaolo lascia fuori Linetty e Caprari preferendo, al loro posto, l’impiego di Barreto e Ramirez. De Zerbi deve fare i conti con le pesanti assenze dello squalificato Rogerio e degli infortunati Duncan e Boateng. Il tridente offensivo è composto da Berardi, Babacar e Djuricic. Di Francesco, a sinistra, vince il ballottaggio con Adjapong.

Le due squadre contrappongono, l’una all’altra, un fitto palleggio. E’ il Sassuolo a trovare per primo lo spunto offensivo ma al 6’ Babacar, braccato in corsa da Andersen, non trova lo specchio della porta.  A riprovarci, infelicemente, è Magnanelli. Gli ospiti mantengono il controllo della situazione per ampi tratti della gara. A centrocampo, Bourabia contrasta regolarmente Barreto e sulla destra, in particolare, la spinta di Lirola  è assecondata da un incerto Bereszynski. La Samp, stordita per 25 minuti dall’intensità avversaria, offre segnali di ripresa con le occasioni fallite da Ramirez (26’) e Defrel  (29’). La migliore chance è sui piedi di Berardi. La dea bendata non è con lui quando al 35’ la sua conclusione a giro elude Audero ma si stampa sul palo alla sua destra. La respinta di Consigli sotto misura su Barreto e il salvataggio di Magnani su Defrel riequilibrano le sorti di un primo tempo meglio interpretato inizialmente dal Sassuolo ma poi, successivamente, caratterizzato da una sensibile crescita della Sampdoria.

La notizia più interessante di inizio ripresa è che problemi tecnici impediscono, per 27 minuti, a Fourneau di avvalersi dell’uso del VAR.  Una mezz’ora di infruttuosi passaggi, da una parte e dall’altra, senza alcuna minima preoccupazione per Audero e Consigli. La Samp trae beneficio  dagli innesti di Caprari e, soprattutto, Saponara. Quasi due mesi dopo la sua prima e unica partita da titolare, l’ex viola cerca subito la soluzione al volo su  cross di Quagliarella. Il coraggio, però, non basta perché non collegato a una felice mira. Brivido Adjapong al 40’, potente rasoterra fuori d’un soffio alla sinistra di Audero. E’ il Sassuolo, come nella prima parte di gara, a crederci maggiormente ma la difesa della Samp, la migliore del campionato con sole 4 reti subite, conferma la sua elevata dote di imperforabilità.



LEGGI LA CRONACA

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



MacauGP, l'incidente di Sophia Floersch
Video

MacauGP, l'incidente di Sophia Floersch

  • Michael Schumacher, parla la moglie Corinna: «Combatte, non mollerà»

    Michael Schumacher, parla la moglie Corinna:...

  • Doping, Magnini: “Evidente ingiustizia”

    Doping, Magnini: “Evidente...

  • Psg, le lacrime di Verratti dopo l'arresto: «Giorni difficili, chiedo scusa a tutti»

    Psg, le lacrime di Verratti dopo...

  • MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

    MotoGp, Marquez ancora campione del mondo

  • Arbitro scoppia in lacrime alla fine della partita

    Arbitro scoppia in lacrime alla fine della...

  • Due gol di Cristiano Ronaldo junior: papà CR7 festeggia sui social

    Due gol di Cristiano Ronaldo junior:...

  • Berlusconi: "Monza sarà squadra giovane e tutta di italiani"

    Berlusconi: "Monza sarà squadra...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

NEWS