ACCEDI AL Corriere Adriatico.it


oppure usa i dati del tuo account

Champions, Real Madrid-Roma 3-0: giallorossi puniti da Isco, Bale e Mariano

Champions League, R.Madrid-Roma 3-0 Gol di Isco, Bale e Mariano

IL COMMENTO
Al Bernabeu non entrano in campo le 13 Champions. E' il Real che, campione in carica, resta la superpotenza europea capace di schiantare qualsiasi avversaria. E anche senza Ronaldo che inizia la sua Coppa con l'espulsione da juventino a Valencia. La Roma, per la sua rosa chiaramente inferiore, si inchina e limita il passivo con la raffica di parate di Olsen. Il 3 a 0 del Bernabeu diventa pesante più per l'atteggiamento che per il punteggio. Non c'è stata partita, a differenza di quanto accadde nell'aprile scorso al Camp Nou, nell'andata dei quarti, quando i giallorossi, pure se sconfitti per 4-1, giocarono alla parti contro il Barcellona.

SENZA STORIA
Di Francesco non riesce proprio a risollevare la Roma. Il 4-3-3 è fragile in difesa, già 10 gol subìti in 5 partite, soprattutto per la precaria condizione atletica di Fazio e Kolarov e, nella notte in cui il confronto è con Modric e Kroos, anche a centrocampo dove De Rossi e Nzonzi hanno lo stesso passo e dove manca la mezzala che garantisca dinamismo e corsa. Il debutto di Zaniolo è la mossa del voglio ma non posso. Il diciannovenne fa la scuola guida in mezzo ai galacticos di oggi, Ma Pellegrini e Cristante, anche se già svezzati, sbandano di solito in serie A. In attacco, intanto, la squadra non è più efficace. Perché, per limitare Carvajal e Marcelo, El Shaarawy e Under si abbassano e al tempo stesso si allontanano da Dzeko. Senza pressing, non si resiste davanti ai campioni di Lopetegui.  

TIRO AL BERSAGLIO
De Rossi fa muro come Olsen. La punizione di Isco, fallo al limite proprio del capitano, indirizza il match prima dell'intervallo. Navas nega il pari a Under, Bale colpisce la traversa e subito dopo raddoppia in contropiede. Mariano, esordio stagionale con il 7 di Ronaldo, segna nel recupero. I cambi di Di Francesco non migliorano, dunque, la situazione: Pellegrini per Zaniolo, Perotti per El Shaarawy e Schick per Nzonzi. Il Real si diverte e la Roma, unica delle 4 italiane a cadere in Europa, si arrende. Meglio pensare al campionato, il percorso in Champions dell'anno scorso sembra già irripetibile.      .

LEGGI LA CRONACA
 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA






Juve, Allegri: «Dobbiamo segnare almeno un gol a Madrid, il passaggio del turno dipende da questo»
Video

Juve, Allegri: «Dobbiamo segnare almeno un gol a Madrid, il passaggio del turno dipende da questo»

  • La parodia del caso Icardisulle note di "Soldi"

    La parodia del caso Icardisulle note di...

  • Inter, Icardi rifiuta la convocazione per il Rapid Vienna

    Inter, Icardi rifiuta la convocazione per il...

  • De Rossi: "Se il ginocchio sta bene non smetterò di giocare"

    De Rossi: "Se il ginocchio sta bene non...

  • Basket, la schiacciata che lascia tutti a bocca aperta

    Basket, la schiacciata che lascia tutti a...

  • Il presunto audio choc di Nainggolan: "Voglio tornare a Roma"

    Il presunto audio choc di Nainggolan:...

  • L'ultimo, commosso, saluto a Radice. Claudio Sala: «Con te addio agli anni migliori»

    L'ultimo, commosso, saluto a Radice....

  • Rugby, Hame Faiva si fa rasare i capelli dal compagno in chemioterapia

    Rugby, Hame Faiva si fa rasare i capelli dal...

Prev
Next

NEWS